Animalismo

SOS Gaia e Artists United for Animals dicono "NO" alla vivisezione

Stampa E-mail
18 Ottobre 2019
|
Alcuni  artisti del sodalizio Artists United for Animals presenti al corteo:  Andrea Lesmo, Gabriella Pochini, Rosalba Nattero, Anna Felicita Marzano, Gabriella Crema, Roberto Accornero, Giovanni Del Ponte e Silvia Ruffinello
Alcuni artisti del sodalizio Artists United for Animals presenti al corteo: Andrea Lesmo, Gabriella Pochini, Rosalba Nattero, Anna Felicita Marzano, Gabriella Crema, Roberto Accornero, Giovanni Del Ponte e Silvia Ruffinello

Una grande manifestazione nazionale si è svolta lo scorso 12 ottobre a Torino per protestare contro la sperimentazione sui macachi di Torino


SOS Gaia e Artists United for Animals erano tra i promotori del grande corteo organizzato dalla LAV che si è svolto lo scorso 12 ottobre a Torino.

La manifestazione faceva parte di una serie di eventi per dire “NO” alla sperimentazione su sei macachi che per cinque anni verranno sottoposti ad interventi chirurgici di cui non si conoscono gli effetti, immobilizzati in gabbie e poi, come ringraziamento, verranno uccisi.

Il progetto è promosso dall’Università di Torino in collaborazione con l’ateneo di Parma ed è stato finanziato con 2 milioni di euro.

L’obiettivo è ricreare un “modello animale” per lo studio delle persone che hanno perso la vista a causa di un danno cerebrale e non per problemi legati all’occhio.

I volontari di SOS Gaia hanno marciato con tamburi e slogan
I volontari di SOS Gaia hanno marciato con tamburi e slogan

L’intervento al cervello dei macachi è stimato dagli stessi ricercatori come “di grave sofferenza”, e potrebbe comprometterne seriamente anche la vista. L’intero ciclo di interventi durerà 5 anni durante i quali i macachi vivranno in piccole gabbie metalliche, con degli elettrodi nel cranio e nelle tempie, necessari per gli esperimenti di neuroscienze a cui sono sottoposti.
Passati i cinque anni della sperimentazione, i macachi verranno uccisi.
E’ ormai nota l’elevata percentuale di fallimento dei test sugli animali. Sono trascorsi cinquant’anni da quando la sperimentazione sugli animali è stata giudicata non attendibile per l’innegabile diversità genetica fra uomo ed altri animali. Infatti la ricerca su nuove cure per persone ipovedenti ha compiuto ad oggi passi importanti grazie alle sperimentazioni su malati umani consapevoli.

Quello che si compirà sui macachi è un esperimento doloroso, inutile e senza ritorno, compiuto ai danni di creature senzienti che non potranno reagire e non capiranno cosa gli sta succedendo.

Come si può moralmente accettare che degli esseri senzienti vengano torturati senza motivo?

I macachi di Torino costituiscono un caso emblematico per protestare contro gli esperimenti sulle centinaia di migliaia di animali che vengono ogni anno torturati per una pratica medievale, eticamente inaccettabile, e inutile ai fini scientifici.

Lo striscione di SOS Gaia
Lo striscione di SOS Gaia

Al corteo di Torino hanno preso parte numerosi artisti del sodalizio Artists United for Animals che hanno marciato con lo striscione dell’associazione, tra questi: gli attori Roberto Accornero e Gabriella Pochini, gli scrittori Silvia Ruffinello, Gabriella Crema e Giovanni Del Ponte, la pittrice Anna Felicita Marzano, il musicista Andrea Lesmo.

Erano presenti numerosissimi volontari di SOS Gaia che hanno marciato con striscione, slogan, tamburi e raccolte firme.

Al corteo ha partecipato anche il Tavolo Animali & Ambiente di cui SOS Gaia fa parte insieme a ENPA, LAC, LAV, LEGAMBIENTE L’Aquilone, LIDA, OIPA, PRO Natura.

SOS Gaia e Artists United for Animals hanno promosso una petizione cartacea a cui hanno aderito associazioni e singoli cittadini da tutta Italia e sono già parecchie migliaia di firme quelle che sono state raccolte.  Le due associazioni hanno chiesto ufficialmente un incontro con il Ministro della Salute Roberto Speranza per consegnare le firme ed ora sono in attesa di una risposta.

La raccolta firme continua nelle maggiori città italiane.


www.sos-gaia.org
www.artistsunitedforanimals.org


I volontari di SOS Gaia al gazebo di Via Garibaldi a Torino per la raccolta firme contro la sperimentazione sui macachi Il Tavolo Animali & Ambiente con i rappresentanti delle associazioni
I volontari di SOS Gaia al gazebo di Via Garibaldi a Torino per la raccolta firme contro la sperimentazione sui macachi Il Tavolo Animali & Ambiente con i rappresentanti delle associazioni





|
 

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube