Società

L’editoria sta annegando? Alle Mediterranee è accaduto per davvero

Stampa E-mail
29 Giugno 2013
|

Shan Newspaper lancia un appello a lettori ed Editori


Che l’editoria non se la passi bene è ormai un dato di fatto: il settore è in crisi da tempo e gli italiani, da sempre, leggono piuttosto poco.

Il recente Salone Internazionale del Libro di Torino 2013 pare aver dato qualche timido segnale di speranza: un po’ per via della buona affluenza e un po’ perché qualche libro in più si è venduto.

Se dunque l’editoria ha rischiato l’annegamento, alle Mediterranee – la nota casa editrice romana – è successo davvero. Il 14 novembre scorso, infatti, in seguito all’esondazione del fiume Tevere nella zona di Roma Nord il magazzino dei libri delle Edizioni Mediterranee ha subito un pesante allagamento che ha provocato perdite incalcolabili all’azienda e ha danneggiato in maniera irreparabile migliaia e migliaia di volumi. Si è dunque trattato di un vero e proprio annegamento da parte dei libri L’editore, già così provato dalla situazione di crisi del settore, ha ricevuto quello che potrebbe essere definito il colpo di grazia che ha fatto rischiare la chiusura definitiva di una casa editrice che, fin dai lontani anni Trenta, ha contribuito alla cultura e alla conoscenza.

In un comunicato diffuso a tutti gli affezionati lettori, ai librai, agli autori, promotori e collaboratori, l’editore si è scusato per il disagio che inevitabilmente ne è derivato, tuttavia dovremmo invece apprezzare lo sforzo enorme che è stato fatto dai titolari per evitare la chiusura e per aver permesso quindi a tutti di continuare ad apprezzare il loro operato.

Il momento difficile tuttavia non è affatto superato e così, tra mille difficoltà (anche e soprattutto economiche), si sta tentando di uscirne in qualche modo. A questo proposito, Shan Newspaper intende lanciare un appello alle persone di buona volontà e agli altri editori, affinché si dimostri lo spirito di solidarietà.


Quello che possono fare i cittadini è semplice: basta magari acquistare qualche libro (la scelta non manca) e contribuire a questa iniziativa di solidarietà, arricchendo allo stesso tempo la propria biblioteca; gli editori potrebbero dar loro una mano in qualche modo sostenendoli nel modo che più ritengono utile.

Cerchiamo dunque, tutti insieme, di non perdere l’opportunità di far proseguire l’egregia opera di pubblicare libri e fare cultura da parte di questa storica casa editrice. Un piccolo gesto può fare molto.


Chi è Edizioni Mediterranee

Nate nel 1953, dalla ristrutturazione della Casa Editrice Mediterranea, già fondata negli anni Trenta, le Edizioni Mediterranee hanno in origine nel loro catalogo opere di arte, narrativa, divulgazione scientifica e sport.

A cominciare dagli anni Sessanta ampliano i propri interessi in altri campi: parapsicologia, alchimia, occultismo, medicine alternative e nelle collane sportive introducono, primi in Italia, tutte le arti marziali.


Grazie all’impulso dato dall’editore, Giovanni Canonico, nel corso del tempo la produzione è aumentata notevolmente, consentendo alla Casa Editrice, da sempre editore indipendente, di porsi al primo posto in Italia per quanto riguarda l’esoterismo, la parapsicologia e le scienze occulte, lo spiritismo, la magia, l’astrologia, lo yoga, lo zen, la meditazione, le terapie alternative, l’erboristeria, l’ayurveda, l’omeopatia, l’aromaterapia, la gemmoterapia, la sessuologia e altre.

Il catalogo sportivo, orientato in gran parte verso le arti marziali nelle loro diverse specialità (karate, kung fu, judo, ju-jitsu, ninja, tae-kwon-do, aikido ecc.), contiene anche opere dedicate a numerose discipline, nonché alla preparazione fisica generale (stretching, bodybuilding, pesistica, esercizi di equilibrio ecc.), e una ricca sezione sport-natura dedicata all’arrampicata sportiva e alla montagna in genere.

Negli anni Settanta nasce una nuova casa editrice, Hermes Edizioni, il cui catalogo propone collane di medianità, terapie naturali, e molti altri temi attuali. Un ulteriore ampliamento avviene con l’ingresso nel Gruppo Editoriale di Edizioni Arkeios che pubblicano soprattutto opere di religioni orientali e occidentali, di filosofia e simbolismo ed Edizioni Studio Tesi.


Per ulteriori informazioni:

www.edizionimediterranee.net


Stefania Del Principe, giornalista e scrittrice, da anni scrive per diversi quotidiani e riviste di settore. Ha pubblicato oltre venti libri tradotti in inglese, spagnolo, sloveno e altre lingue

|
 

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube